Anima Eclettica

Su DENTROCASA di Marzo, un nuovo editoriale di interni. Un loft a San Paolo (Brasile), progettato dal duo di architetti Andrade&Morettin, apre le porte all’arte e diventa spazio espositivo per opere itineranti che dialogano con l’arredo, minimalista e discreto, sempre pronto ad accogliere nuove espressioni, forme e colori.

Loft a San Paolo

La casa, lo spazio intimo per eccellenza. Il punto di riferimento ad ogni ritorno. Ecco che diventa un luogo più ampio, più condivisibile e aperto agli sguardi, una sorta di galleria d’arte che convive serenamente con il mood di base potenziandone l’effetto e la piacevolezza. È ciò che accade in questo appartamento su due livelli, di proprietà di un giovane collezionista d’arte tedesco, situato nella Vila Madalena, uno dei quartieri più cool di San Paolo. L’edificio è stato progettato dalla coppia di architetti Andrade&Morettin che affermano: “Volevamo creare un edificio che si inserisse in modo delicato nel contesto urbano del quartiere e allo stesso tempo che traesse il massimo vantaggio dalla vista privilegiata che la sua posizione offre”. Questo grazie all’ampio uso di pannelli di vetro che collegano il living alla terrazza dell’appartamento che offre una vista sulla città assolutamente straordinaria.

Il doppio volume è caratterizzato da vetrate che inondano di luce gli interni rendendo tutto più plastico e leggero. Nella terrazza due “BKF Butterfly Chair” create nel 1938 dal trio di designers ispano-argentini Bonet, Kurchan e Ferrari Hardoy.

Per la scelta degli arredi, è stata adottata una filosofia minimale. Tecno-cemento “queimado” per i pavimenti, grandi pareti bianche e arredi essenziali. Il tutto per valorizzare al massimo le opere d’arte presenti, poiché l’appartamento viene spesso usato dal proprietario come vero e proprio spazio espositivo. Quando è stato realizzato questo servizio fotografico, ad esempio, erano esposte alcune opere dell’artista brasiliano Tullio Tavares.

Alla zona notte si arriva tramite una scala in ferro e legno, anch’essa essenziale e leggera che bene si abbina allo stile di questa casa dall’anima eclettica.

Di Joseph Beuys , il noto artista tedesco, il proprietario possiede alcuni pezzi originali come la “Capri Batterie”, progettata da Beuys durante il suo soggiorno nell’omonima isola. La cucina, moderna e tecnologica, risulta essere l’ambiente più caldo e avvolgente, realizzata da un falegname su disegno del proprietario e completata con il tavolo in legno riciclato.

Nel bagno padronale spicca la vasca ovale che diventa elemento coreografico oltre che funzionale. Nel mezzanino la scelta per i pavimenti è caduta su di un parquet in legno “Cumaru” molto resistente e utilizzato spesso in esterni per pontili di barche e piattaforme marine.
In questa foto la cover della rivista DENTROCASA, numero 268 Marzo 2022.
0
Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.